OGGI CHIUSO
Guarda gli orari
  • LUN: Chiuso
  • MAR: 14:30 - 19:30
  • MER: 14:30 - 19:30
  • GIO: 14:30 - 19:30
  • VEN: 14:30 - 19:30
  • SAB: 14:30 - 19:30
  • DOM: Chiuso
FILTRI
ARGOMENTI

ARTISTI


  • Filtra per:
  • Tutto
  • Testi
  • Video
  • Immagini

Alessandra Ferrini 

Visual Artist & Researcher

Alessandra Ferrini è un’artista, ricercatrice ed educatrice con base a Londra. La sua pratica è fondata sul lens-based media nella teoria postcoloniale, negli studi sulla memoria e sulla critica dell’essere bianco, nelle pratiche storiografiche e archivistiche. Sperimentando l’espansione e l’ibridazione del film documentario, interroga le eredità durature del colonialismo e del fascismo con un interesse specifico nella rete di relazioni passate e presenti tra l’Italia, la regione mediterranea e il continente africano.

Ha esposto a livello internazionale, tra cui a: Casablanca Biennal (2021); Manifesta 13 Paralléles du Sud Marseille (2020); Villa Romana (personale 2019); Depo Istanbul Biennal Collaterale (2019); Lagos Biennal (2019); Sharjah Foundation Film Platform (2019); Manifesta 12 Film Programme (2018).

www.alessandraferrini.info

Alessandra Ferrini è un’artista, ricercatrice ed educatrice con base a Londra. La sua pratica è fondata sul lens-based media nella teoria postcoloniale, negli studi sulla memoria e sulla critica dell’essere bianco, nelle pratiche storiografiche e archivistiche. Sperimentando l’espansione e l’ibridazione del film documentario, interroga le eredità durature del colonialismo e del fascismo con un interesse specifico nella rete di relazioni passate e presenti tra l’Italia, la regione mediterranea e il continente africano.

Ha esposto a livello internazionale, tra cui a: Casablanca Biennal (2021); Manifesta 13 Paralléles du Sud Marseille (2020); Villa Romana (personale 2019); Depo Istanbul Biennal Collaterale (2019); Lagos Biennal (2019); Sharjah Foundation Film Platform (2019); Manifesta 12 Film Programme (2018).

www.alessandraferrini.info

Questo contenuto appare in:

Negotiating Amnesia, intervista a Alesandra Ferrini

Firenze, Festival dei Popoli, 3 Dicembre 2015.
Vittorio Iervese intervista Alessandra Ferrini, regista di "Negotiating Amnesia " . Web Tv a cura di Eleonora Guerri e Nicola Leone.

Festival dei Popoli 2015 - Interview with Alessandra Ferrini
Negotiating Amnesia, intervista a Alesandra Ferrini

Questo contenuto appare solo nell' archivio.

Negotiating Amnesia

La mostra, nata in collaborazione con il 56°Festival dei Popoli - Festival Internazionale del Film documentario -e l’Archivio Alinari, riflette su un capitolo buio della storia italiana: il colonialismo in Africa Orientale.

Negotiating Amnesia

Questo contenuto appare solo nell' archivio.

NEGOTIATING AMNESIA

La mostra, nata in collaborazione con il 56°Festival dei Popoli - Festival Internazionale del Film documentario -e l’Archivio Alinari, riflette su un capitolo buio della storia italiana: il colonialismo in Africa Orientale. Tramite la produzione di un essay film, l’artista Alessandra Ferrini rivela l’indagine sul retaggio dell’invasione italiana in Africa e quale sia, oggi, la percezione di questo passaggio storico, troppo spesso sottovalutato nella memoria collettiva. Lo studio delle immagini dell’Archivio Alinari, dei monumenti legati al colonialismo e dei libri di scuola adottati dal 1946 in poi, sono al centro del progetto, che comprende anche un’installazione testimone del processo di ricerca palesando le diverse strategie di memoria e amnesia sia pubbliche, che private. Concepita come un work-in-progress, la mostra propone inoltre attività laboratoriali indirizzate agli studenti dell’ultimo anno delle scuole superiori, invitati a produrre materiale visivo e testuale che entrerà a far parte del progetto. La mostra è a cura di Livia Dubon.

Negotiating Amnesia è un film-saggio basato su una ricerca condotta presso l’Archivio Alinari e la Biblioteca Nazionale di Firenze. Si concentra sulla guerra d’Etiopia del 1935-36 e sull’eredità della spinta fascista e imperiale in Italia. Attraverso interviste, immagini d’archivio e l’analisi dei libri di testo delle scuole superiori utilizzati in Italia dal 1946, il film si muove attraverso diversi aneddoti storici e personali, modalità e tecnologie di rappresentazione.

Organizzato in quattro capitoli (Patrimonio vs Memoria; Fotografia vs Memoria; Monumenti vs Memoria; Educazione vs Memoria) mira a rivelare la memoria controversa e le politiche razziste caratteristiche di questo periodo storico e delle sue conseguenze, mentre espone le strategie pubbliche e personali del ricordare. Il film è inteso come una performance di un processo di auto-insegnamento, prendendo coscienza delle manipolazioni e dei silenzi intrinseci in questa storia – al fin

Read More

Negotiating Amnesia è un film-saggio basato su una ricerca condotta presso l’Archivio Alinari e la Biblioteca Nazionale di Firenze. Si concentra sulla guerra d’Etiopia del 1935-36 e sull’eredità della spinta fascista e imperiale in Italia. Attraverso interviste, immagini d’archivio e l’analisi dei libri di testo delle scuole superiori utilizzati in Italia dal 1946, il film si muove attraverso diversi aneddoti storici e personali, modalità e tecnologie di rappresentazione.

Organizzato in quattro capitoli (Patrimonio vs Memoria; Fotografia vs Memoria; Monumenti vs Memoria; Educazione vs Memoria) mira a rivelare la memoria controversa e le politiche razziste caratteristiche di questo periodo storico e delle sue conseguenze, mentre espone le strategie pubbliche e personali del ricordare. Il film è inteso come una performance di un processo di auto-insegnamento, prendendo coscienza delle manipolazioni e dei silenzi intrinseci in questa storia – al fine di riflettere sulla responsabilità personale e collettiva verso la violenza coloniale.

Nella sua prima iterazione, Negotiating Amnesia è stato presentato al 56°Festival dei Popoli, Festival Internazionale del Cinema Documentario (nov-dic 2015, Firenze) come mostra collaterale che ha avuto luogo al MAD Murate Art District (Firenze). La mostra ha presentato il film accanto all’installazione Notes on Historical Amnesia, che ha mostrato il processo di ricerca ed è stata concepita come una risorsa di apprendimento da attivare e trasformare attraverso una serie di laboratori con gli studenti delle scuole superiori.

Il film è stato decostruito per esplorare il suo potenziale pedagogico. La maggior parte delle superfici sono state dipinte con vernice lavagna in modo che gli studenti potessero intervenire su di esse. Attraverso un pacchetto per insegnanti e un workshop, sono stati introdotti ai metodi di analisi delle immagini e dei testi, al fine di fornire loro gli strumenti per avvicinarsi e decostruire le pratiche storiche e documentarie in modo critico.

Per la Giornata del Rifugiato – Negoziare l’Amnesia e Radio Ghetto: due cortometraggi di Alessandra Ferrini su Memorie e Presenti Colonial

 

NEGOTIATING AMNESIA

Questo contenuto appare solo nell' archivio.

Negotiating Amnesia

Negotiating Amnesia' è un film-saggio basato su una ricerca condotta presso l'Archivio Alinari e la Biblioteca Nazionale di Firenze. Si concentra sulla guerra d'Etiopia del 1935-36 e sull'eredità della spinta fascista e imperiale in Italia. Attraverso interviste, immagini d'archivio e l'analisi dei libri di testo delle scuole superiori utilizzati in Italia dal 1946, il film si muove attraverso diversi aneddoti storici e personali, modalità e tecnologie di rappresentazione.

“Negotiating Amnesia”, dir. Alessandra Ferrini, 2015 (ita subs)
Negotiating Amnesia

Questo contenuto appare solo nell' archivio.