OGGI CHIUSO
Guarda gli orari
  • LUN: Chiuso
  • MAR: Chiuso
  • MER: Chiuso
  • GIO: Chiuso
  • VEN: Chiuso
  • SAB: Chiuso
  • DOM: Chiuso
Per le festività natalizie gli orari potrebbero variare.
FILTRI
ARGOMENTI

ARTISTI


  • Filtra per:
  • Tutto
  • Testi
  • Immagini

Ieva Rojūtė

Artista interdisciplinare

Ieva Rojūtė con le sue opere esplora le connessioni tra persone, ciò che sottende alla costruzione della famiglia, i conflitti interni alla identità individuali, le abitudini della vita quotidiana. A partire da ciò ritornano alcuni temi come la possibilità di fallire, la sfortuna, l’ansia, la paura, l’immaginazione, il non riuscire a realizzarsi. Nell’installazione site-specific Lithuanian sadness (traducibile come “tristezza lituana”) l’artista combina in modo diverso frasi già presenti in altri suoi lavori: «alcune espressioni tristi che ho raccolto nel tempo, che usiamo in riferimento alla vita e all’esistenza quando pur non essendoci niente di negativo non ci sentiamo bene lo stesso.»

Ieva Rojūtė con le sue opere esplora le connessioni tra persone, ciò che sottende alla costruzione della famiglia, i conflitti interni alla identità individuali, le abitudini della vita quotidiana. A partire da ciò ritornano alcuni temi come la possibilità di fallire, la sfortuna, l’ansia, la paura, l’immaginazione, il non riuscire a realizzarsi. Nell’installazione site-specific Lithuanian sadness (traducibile come “tristezza lituana”) l’artista combina in modo diverso frasi già presenti in altri suoi lavori: «alcune espressioni tristi che ho raccolto nel tempo, che usiamo in riferimento alla vita e all’esistenza quando pur non essendoci niente di negativo non ci sentiamo bene lo stesso.»

Questo contenuto appare solo nell' archivio.

A certain identity

A certain identity - Global Identities

GLOBAL IDENTITIES Postcolonial and cross-cultural Narratives
A certain identity Italia/Lituania
Arnas Anskaitis, Ignas Krunglevičius, Andrej Polukord, Ieva Rojūtė A cura di Matteo Innocenti in collaborazione con Adrius Pocius, Alesia e Yuliya Savitskaya

Secondo appuntamento del ciclo GLOBAL IDENTITIES, diretto da Valentina Gensini, A certain identity è un progetto che mette in relazione artisti di differente nazionalità intorno alla questione dell’identità, migrando in diversi paesi europei. Per la prima mostra sono stati invitati in Italia i giovani artisti lituani Arnas Anskaitis, Ignas Krunglevičius, Andrej Polukord, Ieva Rojūtė. Il titolo con la parola “certain”, in italiano “certa”, assume il doppio significato possibile: come aggettivo è sinonimo di certezza – l’identità in cui ci si può senza dubbio riconoscere – invece come aggettivo indefinito, senza qualità né quantità, indica un’identità tra molte possibili. Quattro artisti di una particolar



Read More

GLOBAL IDENTITIES Postcolonial and cross-cultural Narratives
A certain identity Italia/Lituania
Arnas Anskaitis, Ignas Krunglevičius, Andrej Polukord, Ieva Rojūtė A cura di Matteo Innocenti in collaborazione con Adrius Pocius, Alesia e Yuliya Savitskaya

Secondo appuntamento del ciclo GLOBAL IDENTITIES, diretto da Valentina Gensini, A certain identity è un progetto che mette in relazione artisti di differente nazionalità intorno alla questione dell’identità, migrando in diversi paesi europei. Per la prima mostra sono stati invitati in Italia i giovani artisti lituani Arnas Anskaitis, Ignas Krunglevičius, Andrej Polukord, Ieva Rojūtė. Il titolo con la parola “certain”, in italiano “certa”, assume il doppio significato possibile: come aggettivo è sinonimo di certezza – l’identità in cui ci si può senza dubbio riconoscere – invece come aggettivo indefinito, senza qualità né quantità, indica un’identità tra molte possibili. Quattro artisti di una particolare nazionalità – scelti dal curatore del progetto in collaborazione con le istituzioni museali o Accademie di Belle Arti dei rispettivi paesi – sono invitati a “rappresentare” secondo la particolare inclinazione della propria ricerca, e secondo la cultura di provenienza, il fattore identitario attraverso una esposizione presso un paese ospite. La storia e la collocazione geografica della Lituania la rendono significativa sia per la questione dell’identità che per quella dei confini e dei rapporti all’interno del continente: poiché essa, al pari degli altri paesi baltici, si è costruita secondo un doppio moto di indipendenza e di annessione, tra la Russia e l’Europa – di cui è membro dal 2004 -. Il 2018 segna inoltre il centenario dell’indipendenza della nazione, avvenuta nel febbraio del 1918, a cui è seguito il costituirsi in Repubblica. Vernissage e artists talk: 5 aprile ore 17.30. La mostra è prodotta grazie alla collaborazione de Le Murate. Progetti Arte Contemporanea – Mus.e con TUM associazione culturale (Italia/Italy), Fondazione per lo sviluppo della cultura dell’istruzione della persona (Bielorussia/Belarus), Vilnius Pataphysic Institute (Lituania/Lithuania). Con il contributo di Ministry of Culture of the Republic of Lithuania, Lithuanian Council for Culture. Con il patrocinio dell’Ambasciata della Repubblica di Lituana nella Repubblica Italiana e del Consolato della Repubblica Lituana di Firenze

A certain identity

Questo contenuto appare solo nell' archivio.

A certain identity

Ciclo Global Identities

A certain identity

Questo contenuto appare solo nell' archivio.