TODAY CLOSED
See opening hours
  • MON: Closed
  • TUE: Closed
  • WED: Closed
  • THU: Closed
  • FRI: Closed
  • SAT: Closed
  • SUN: Closed
Per le festività natalizie gli orari potrebbero variare.
FILTERS
TOPICS

ARTISTS


  • Filter:
  • All
  • Text
Black Archive Alliance

Volum III

Avviato nel 2018 Black Archive Alliance è un progetto di ricerca e formazione che mira ad evidenziare la ricerca radicata in documenti che riflettono le realtà e le storie di popolazioni africane, e della diaspora africana e la loro rappresentazione  negli di archivi e collezioni pubbliche e private nel contesto italiano.

La prima edizione ha creato una mappa virtuale di questa presenza archivistica nella città di Firenze con un catalogo che mira a supportare la ricerca futura e a fornire prospettive alternative.
La seconda edizione, realizzata tra settembre 2019- febbraio 2020 è basata su un tutoraggio tra ricercatori e studiosi e risiedono a Firenze con studenti legati a varie discipline e istituzioni.
La terza edizione nasce da una collaborazione tra un gruppo di cinque ricercatori afro-discendenti in diversi campi che hanno lavorato “in tandem” con gli artisti della YGBI Research Residency sulle connessioni fra il lavoro degli artisti e gli archivi materiali e immateriali

Read More

Avviato nel 2018 Black Archive Alliance è un progetto di ricerca e formazione che mira ad evidenziare la ricerca radicata in documenti che riflettono le realtà e le storie di popolazioni africane, e della diaspora africana e la loro rappresentazione  negli di archivi e collezioni pubbliche e private nel contesto italiano.

La prima edizione ha creato una mappa virtuale di questa presenza archivistica nella città di Firenze con un catalogo che mira a supportare la ricerca futura e a fornire prospettive alternative.
La seconda edizione, realizzata tra settembre 2019- febbraio 2020 è basata su un tutoraggio tra ricercatori e studiosi e risiedono a Firenze con studenti legati a varie discipline e istituzioni.
La terza edizione nasce da una collaborazione tra un gruppo di cinque ricercatori afro-discendenti in diversi campi che hanno lavorato “in tandem” con gli artisti della YGBI Research Residency sulle connessioni fra il lavoro degli artisti e gli archivi materiali e immateriali radicati in Italia. Questa edizione estende le riflessione delle opere d’arte e la loro contestualizzazione.

Attraverso un approccio sperimentale di dialogo e di scambio, il progetto intende riflettere sulle modalità alternative per la visualizzazione della ricerca basata sugli archivi e arare il terreno academico.

Ricercatori/ Ricercatrice

SIMAO AMISTA

Simao Amista è un antropologo e dottore in scienze della formazione Italo-afrobrasiliano. Studioso di religioni e filosofie spirituali africane ed afrodiscendenti lavora da anni nel settore dell’accoglienza e della formazione.

JORDAN ANDERSON

Nato e cresciuto a Kingston Jamaica, Jordan Anderson è un giornalista di moda e cultura e direttore creativo con sede a Milano. Il suo lavoro spesso ingigantisce ed esplora temi politici all’interno e all’esterno dell’industria della moda, tra cui la razza, il genere, la sessualità, l’identità e l’etica culturale. Collabora a diverse pubblicazioni, tra cui Document Journal, Teen Vogue, Vogue Italia, The Face, ed è attualmente redattore e redattore online per Twin Magazine e nss magazine.

ANGELICA PESARINI

Angelica Pesarini è docente di Sociologia alla New York University di Firenze dove insegna “Black Italia”, un corso dedicato all’analisi delle intersezioni di razza, genere e cittadinanza in Italia. Ha conseguito un Ph.d. in Sociologia e Studi di Genere in Inghilterra e ha lavorato come docente di Genere, Razza e Sessualità all’università di Lancaster prima di riapprodare in Italia nel 2017. Il lavoro di ricerca di Pesarini si focalizza sulla performatività della razza nell’Italia coloniale e postcoloniale e si occupa anche della razzializzazione del discorso politico italiano contemporaneo. In precedenza Pesarini ha indagato le relazioni tra identità di genere e attività economiche presso alcune comunità Rom residenti a Roma, ed ha analizzato strategie di rischio, sopravvivenza e opportunità nel contesto della prostituzione minorile maschile, a Roma. Ha pubblicato diversi saggi accademici e ha partecipato a varie pubblicazioni collettanee.

JESSICA SARTIANI

Jessica Sartiani è un coffee trainer e coffee expert fiorentina.Con un padre italiano e una madre per metà filippina e per metà afroamericana è proprio dalle sue origini che parte il suo percorso come donna del caffè. Come operatrice formata e attenta alle recenti sotto culture del caffè ha iniziato suo lavoro in una delle caffetterie pioniere di questo prodotto selezionato, Ditta Artigianale, dieci anni fa, studiando e scoprendo tutto il lavoro che precede il servizio in caffetteria, dando importanza ai paesi produttori.

La sua esperienza si è evoluta con l’apertura del primo Speciality coffee in Italia, occupandosi della formazione dei baristi e dei clienti. Ha partecipato a vari competizioni come la Brewers cup, per migliorare il proprio contatto con il pubblico e arricchire il suo background e ha fatto parte a progetti di formazione in Honduras, in Lituania, nonché a diverse start-up di caffè locali. La sua formazione spazia dalle certificazioni SCA come Barista, Brewing, Latte art, al primo corso della Hydraulics Foundation e al Coffee Science Certificate. Nell’ultimo anno ha lavorato in collaborazione con nuovi Speciality Roasters, organizzando corsi e con torrefattori commerciali che vogliono avvicinarsi al mondo dello Speciality e dei caffè tracciabili.

PATRICK JOEL TATCHEDA YONKEU

Patrick Joël Tatcheda Yonkeu è nato in Camerun nel 1985, vive e lavora a Bologna. Trasferitosi in Italia dal 2009 dove ottiene una borsa di studio per l’Accademia delle Belle Arti di Bologna e ha conseguito il Master in arti visive nel 2016 con un progetto di ricerca sul tema dello Zen nelle arti. Questo suo interesse per la metafisica rimane la base della sua pratica, che riguarda le relazioni tra gli esseri umani e la natura e il nostro posto nell’universo, ricerca forme di spiritualità più adatte ai nostri tempi. La sua ricerca si fonda sull’idea dell’esistenza come flusso armonico il cui equilibrio deve essere preservato e spesso si riferisce a temi di vita e morte, il visibile e l’invisibile e l’energia nelle sue infinite forme. Approfondisce questa ricerca attraverso numerose collaborazioni tra Africa e Italia e creando seminari di pittura interculturale con scuole e associazioni dell’Emilia-Romagna

Black Archive Alliance

This content is avaiable only in this archive.

Noi ritorneremo! - Lighthouse Live Streaming da Murate Art District tratto da “La resistenza a Firenze” di C. Francovich

Un progetto di produzione continua di reading sulla cultura civile | Teatro dell'Elce

Lighthouse, un progetto di produzione continua di reading sulla cultura civile, si sposta sul web. “Noi ritorneremo!” è l’intestazione di un volantino distribuito dai soldati tedeschi per le strade di Firenze il 6 agosto 1944, pochi giorni prima di lasciare la città, scacciati dall’insurrezione dei fiorentini e dall’incalzare degli alleati. Se è vero che la Storia non consentì ai nazisti di dar seguito a quella minaccia, la sua eco sinistra risuona come monito per tutti coloro che pensano che la libertà sia uno stato acquisito e permanente.

Al racconto vibrante tratto dal resoconto di Carlo Francovich si intrecciano i video originali realizzati presso Murate Art District e in esterno notte per le strade della città di Firenze: le trame video ampliano le risonanze associative della parola e del suono, lo spazio diviene materia poetica per l’evento stesso. Un percorso dal tramonto all’alba per le strade vuote del coprifuoco, la vicenda di un’occupazione, una lotta e

Read More

Lighthouse, un progetto di produzione continua di reading sulla cultura civile, si sposta sul web. “Noi ritorneremo!” è l’intestazione di un volantino distribuito dai soldati tedeschi per le strade di Firenze il 6 agosto 1944, pochi giorni prima di lasciare la città, scacciati dall’insurrezione dei fiorentini e dall’incalzare degli alleati. Se è vero che la Storia non consentì ai nazisti di dar seguito a quella minaccia, la sua eco sinistra risuona come monito per tutti coloro che pensano che la libertà sia uno stato acquisito e permanente.

Al racconto vibrante tratto dal resoconto di Carlo Francovich si intrecciano i video originali realizzati presso Murate Art District e in esterno notte per le strade della città di Firenze: le trame video ampliano le risonanze associative della parola e del suono, lo spazio diviene materia poetica per l’evento stesso. Un percorso dal tramonto all’alba per le strade vuote del coprifuoco, la vicenda di un’occupazione, una lotta e una liberazione.

con Erik Haglund, Stefano Parigi, Carolina Pezzini, Monica Santoro
video Maria Montesi
regia Marco Di Costanzo

***

Il progetto Lighthouse

le risonanze associative della parola e del suono, gli spazi ospitanti divengono materia poetica dell’evento. Un percorso dal tramonto all’alba per le strade vuote del coprifuoco, la vicenda di un’occupazione, una lotta e una liberazione.

***

“Noi ritorneremo!” tratto da “La resistenza a Firenze” di C. Francovich

“Noi ritorneremo!” è l’intestazione di un volantino distribuito dai soldati tedeschi per le strade di Firenze il 6 agosto 1944, pochi giorni prima di lasciare la città, scacciati dall’insurrezione dei fiorentini e dall’incalzare degli alleati. Se è vero che la Storia non consentì ai nazisti di dar seguito a quella minaccia, la sua eco sinistra risuona come monito per tutti coloro che pensano che la libertà sia uno stato acquisito e permanente. La vicenda della liberazione di Firenze tra il ’43 e il ’44 è il racconto della presa di coscienza, da parte di un popolo, della propria dignità e della conseguente scelta di combattere per ottenerla.

Noi ritorneremo! - Lighthouse Live Streaming da Murate Art District tratto da “La resistenza a Firenze” di C. Francovich

Available in:

Black Archive Alliance 

Mira a fornire la scintilla fondamentale per la ricerca futura in questo campo per rimediare allo stato di amnesia che isola la presenza diasporica africana nella città e nel paese come fenomeno esclusivamente contemporaneo

Black Archive Alliance
Villa Romana in the context of Cantiere Toscana, in collaboration with BHMF

Objectives
Present archival materials in sites throughout the city broadening the access to the findings Highlight histories that have frequently been omitted from local memory Provide the foundational spark for future research in this field Remedy the state of amnesia that isolates African and African Diasporic presence in the city and country as an exclusively contemporary phenomenon Highlight the research and researchers who have already been doing this work Produce texts and photographic exhibition materials that can later be re-installed as educational resources.

Colonial Postcards and Landscape architecture
MAD Murate Art District (Emeroteca) 5:30 pm Presentation of the project dedicated to Colonial Postcards from Italian editors and Stamps from the Poste Italiane with the research of the Students of Angelica Pesarini’s Black Italia class at New York University Florence togethe



Read More

Black Archive Alliance
Villa Romana in the context of Cantiere Toscana, in collaboration with BHMF

Objectives
Present archival materials in sites throughout the city broadening the access to the findings Highlight histories that have frequently been omitted from local memory Provide the foundational spark for future research in this field Remedy the state of amnesia that isolates African and African Diasporic presence in the city and country as an exclusively contemporary phenomenon Highlight the research and researchers who have already been doing this work Produce texts and photographic exhibition materials that can later be re-installed as educational resources.

Colonial Postcards and Landscape architecture
MAD Murate Art District (Emeroteca) 5:30 pm Presentation of the project dedicated to Colonial Postcards from Italian editors and Stamps from the Poste Italiane with the research of the Students of Angelica Pesarini’s Black Italia class at New York University Florence together with the presentation of an artistic project dedicated to Colonial Botanical Gardens by Michele Dantini.

Landscape architecture. African city parks and botanical gardens by Michele Dantini
For Black Archive Alliance Michele Dantini presents a research rooted in various international archives that investigates African botanical gardens, their colonial conception and their meaning today. The history of African city parks and botanical gardens is interwoven with State political or social vicissitudes, colonization and de-colonization processes, the establishment of new nations, and, in varying ways, with the history of agriculture and the forest. Above all, it is interwoven with a fantasy that is deeply inscribed in the European colonial imagination, that of an African Eden designed for hunting and timeless emotions, and – with the norms, demarcations and prohibitions that led to the creation of natural parks and protected areas – made inaccessible to local populations.

Preparing a Recovery Plan
MAD Murate Art District6 pm
Preparing a Recovery Plan_Artist Screening of artists working with the archive as form and context with videos by: Lerato Shadi, Kevin Jerome Everson e Alessandra Ferrini (with presence of artists)

Sites/Sources/Projects

Biblioteca Marucelliana, Via Camillo Cavour, 43, 50129 Florence;  8.30 am – 6.30 pm
Biblioteca Medicea Laurenziana, Piazza San Lorenzo 9, 50123 Florence; 9.30 am -1.30 pm
British Institute of Florence/ Harold Acton Library, Lungarno Guicciardini 9, 50125 Florence; 10 am – 6 pm
Mediateca Toscana, Via San Gallo 25, 50129 Florence; 10 am – 1 pm / 2 – 7 pm
Centro Studi La Pira, Via dei Pescioni 3, 50123 Florence, 9  am – 7 pm
Fondazione Santa Maria Nuova, Piazza Santa Maria Nuova 1, 50122 Florence; 10 am-1 pm / 3 – 7 pm
SACI/ Worthington Library, Palazzo dei Cartelloni, Via Sant Antonio 11, 50123 Florence; 9 am – 9 pm
Syracuse University Florence/ Syracuse Florence Library, Piazza Fra’ Girolamo Savonarola 15, 50132 Florence; 9 am -1.30 pm / 3 – 8 pm
The other spaces are visitable in their opening hours. We invite the public to pass by the sites to see the shows and collect the pages of the catalogue dedicated to each individual archive free of charge.

Villa Romana, as part of the Cantiere Toscana project, supported by the Region of Tuscany – Toscanaincontemporanea2018 and in collaboration with BHMF, is organizing a series of mini-exhibitions, tours and presentations based on private and public archives, collections and libraries throughout Florence with holdings that reflect the realities and histories of African and African Diasporic people and their representation. This series of shows from the 27th-29th of November creates a virtual map of this archival presence in the city. A resulting catalogue intends to assist future research while providing insight to people who visit the range of spaces dislocated throughout Florence and beyond with which we are in collaboration.

Black Archive Alliance 

Available in: