TODAY CLOSED
See opening hours
  • MON: Closed
  • TUE: Closed
  • WED: Closed
  • THU: Closed
  • FRI: Closed
  • SAT: Closed
  • SUN: Closed
Per le festività natalizie gli orari potrebbero variare.
FILTERS
TOPICS

ARTISTS


  • Filter:
  • All
  • Text
  • Images

Valentina Gensini

Direttore Artistico MAD Murate Art District

Valentina Gensini è storica dell’arte e curatrice. Dopo un incarico per la Galleria d’Arte Moderna di Palazzo Pitti, e il Diploma di Specializzazione in Storia dell’Arte dell’Università di Siena, ha lavorato per la Fondazione Palazzo Strozzi, dove ha co-curato Green Platform. Arte Ecologia Sostenibilità (CCCS, 2009). Ha co-curato il progetto espositivo Novecento Sedotto (Villa Bardini 2010). Ha diretto la sezione Arti Visive del Festival Fabbrica Europa (2012). Insegna storia dell’arte contemporanea e coordina un master presso l’Istituto Europeo di Design. Per Mus.e ha fondato e diretto il Museo Novecento (2014-2017) e dirige il centro Murate Art District. È fondatrice e direttrice artistica del Progetto Riva. E’ membro del CdA della Fondazione Primo Conti e della Galleria dell’Accademia di Firenze. E’ autrice di saggi, cataloghi e volumi tra cui Video d’artista. La video-arte dalle origini a oggi (Polistampa, 2011); Arte, Ecologia, Sensibilità (Silvana, 20

Read More

Valentina Gensini è storica dell’arte e curatrice. Dopo un incarico per la Galleria d’Arte Moderna di Palazzo Pitti, e il Diploma di Specializzazione in Storia dell’Arte dell’Università di Siena, ha lavorato per la Fondazione Palazzo Strozzi, dove ha co-curato Green Platform. Arte Ecologia Sostenibilità (CCCS, 2009). Ha co-curato il progetto espositivo Novecento Sedotto (Villa Bardini 2010). Ha diretto la sezione Arti Visive del Festival Fabbrica Europa (2012). Insegna storia dell’arte contemporanea e coordina un master presso l’Istituto Europeo di Design. Per Mus.e ha fondato e diretto il Museo Novecento (2014-2017) e dirige il centro Murate Art District. È fondatrice e direttrice artistica del Progetto Riva. E’ membro del CdA della Fondazione Primo Conti e della Galleria dell’Accademia di Firenze. E’ autrice di saggi, cataloghi e volumi tra cui Video d’artista. La video-arte dalle origini a oggi (Polistampa, 2011); Arte, Ecologia, Sensibilità (Silvana, 2009), Global identities. Postcolonial and cross-cultural narratives (Mousse, 2019), Residenze d’artista: contro-tendenze (Boite Editore, 2020), Musei, Pubblici, Tecnologie (Pisa University Press, 2020). 

Musei Pubblici e Tecnologie. A cura di Valentina Gensini

Questione di Accessibilità, Valentina Gensini

Musei Pubblici e Tecnologie. A cura di Valentina Gensini

Available in:

Musei Pubblici e Tecnologie

Texts by: Patrizia Asproni, Lucia Cataldo, Maria Vittoria Marini Clarelli, Alberto Del Bimbo, Irene Di Ruscio, Perla Gianni Falvo, Vincenza Ferrara, Alessandra Ferrini, Manuela Fusi, Valentina Gensini, Antonella Guidazzoli, Anna Maria Marras, Paolo Mazzanti, Elena Mazzi, Sarah Dominique Orlandi, Robert Pettena, Cesare Pietroiusti, Alfredo Pirri, Antonia Silvaggi, Anna Soffici, Maria Rosa Sossai, Francesca Velani, Valentina Zucchi

Musei Pubblici e Tecnologie

Available in:

Musei Pubblici e Tecnologie

A cura di Valentina Gensini

The theme of the centrality of the public and its involvement in the use and interpretation of the museum has finally stimulated generations of reserchers to re-read this device also in the light of new cognitive sensitivities; the focus on Audience Development and Public Engagement addressed the discussion in an exclusive way, so much so as to represent a mantra that the most lively technicians and experts, sometimes pushed to consider the public as a consumer, awaited.

Texts by: Patrizia Asproni, Lucia Cataldo, Maria Vittoria Marini Clarelli, Alberto Del Bimbo, Irene Di Ruscio, Perla Gianni Falvo, Vincenza Ferrara, Alessandra Ferrini, Manuela Fusi, Valentina Gensini, Antonella Guidazzoli, Anna Maria Marras, Paolo Mazzanti, Elena Mazzi, Sarah Dominique Orlandi, Robert Pettena, Cesare Pietroiusti, Alfredo Pirri, Antonia Silvaggi, Anna Soffici, Maria Rosa Sossai, Francesca Velani, Valentina Zucchi

The theme of the centrality of the public and its involvement in the use and interpretation of the museum has finally stimulated generations of reserchers to re-read this device also in the light of new cognitive sensitivities; the focus on Audience Development and Public Engagement addressed the discussion in an exclusive way, so much so as to represent a mantra that the most lively technicians and experts, sometimes pushed to consider the public as a consumer, awaited.

Texts by: Patrizia Asproni, Lucia Cataldo, Maria Vittoria Marini Clarelli, Alberto Del Bimbo, Irene Di Ruscio, Perla Gianni Falvo, Vincenza Ferrara, Alessandra Ferrini, Manuela Fusi, Valentina Gensini, Antonella Guidazzoli, Anna Maria Marras, Paolo Mazzanti, Elena Mazzi, Sarah Dominique Orlandi, Robert Pettena, Cesare Pietroiusti, Alfredo Pirri, Antonia Silvaggi, Anna Soffici, Maria Rosa Sossai, Francesca Velani, Valentina Zucchi

Musei Pubblici e Tecnologie

Available in:

Residenze d'artista: contro-tendenze

Edited by: Valentina Gensini

Residenze d'artista: contro-tendenze

Available in:

Florentine Voices

a cura di Valentina Gensini

Florentine Voices

Available in:

Paolo Masi Qui

A cura di Valentina Gensini

Paolo Masi Qui

Available in:

Il progetto del temporaneo. Tra ricerca e formazione: dispositivi per l’arte, la cultura, il patrimonio

di Antonio Capestro e Leonardo Zaffi

Presentato il 23 ottobre 2018 presso MAD Murate Art District, il libro documenta, attraverso il racconto di alcune esperienze sui temi dell’allestimento, dell’installazione, dell’esposizione condotte in collaborazione dai due autori, un’attività di ricerca e di formazione più ampia sul progetto delle piccole architetture effimere e temporanee. Il tema comune di riferimento per tutte queste esperienze è la valorizzazione dei contenuti scientifici e culturali che trovano la loro espressione attraverso eventi, convegni, mostre d’arte e architettura, installazioni. Il volume offre due possibili spunti di riflessione sul tema delle relazioni che s’instaurano fra spazi effimeri e contesti storici attraverso il progetto per prefigurare un ulteriore layer di senso sullo sfondo durevole di architettura e città e individuare una specifica dimensione più costruttiva del temporaneo dove i percorsi ideativi si connettono strettamente agli aspetti apparentemente più tecnici legati

Read More

Presentato il 23 ottobre 2018 presso MAD Murate Art District, il libro documenta, attraverso il racconto di alcune esperienze sui temi dell’allestimento, dell’installazione, dell’esposizione condotte in collaborazione dai due autori, un’attività di ricerca e di formazione più ampia sul progetto delle piccole architetture effimere e temporanee. Il tema comune di riferimento per tutte queste esperienze è la valorizzazione dei contenuti scientifici e culturali che trovano la loro espressione attraverso eventi, convegni, mostre d’arte e architettura, installazioni. Il volume offre due possibili spunti di riflessione sul tema delle relazioni che s’instaurano fra spazi effimeri e contesti storici attraverso il progetto per prefigurare un ulteriore layer di senso sullo sfondo durevole di architettura e città e individuare una specifica dimensione più costruttiva del temporaneo dove i percorsi ideativi si connettono strettamente agli aspetti apparentemente più tecnici legati alla realizzazione. Sono documentati cinque progetti che si legano al tema del patrimonio storico e culturale: quattro a Firenze nel Centro storico tutelato dall’Unesco e uno nel Palazzo Podestarile di Montelupo fiorentino. I progetti rappresentano esempi applicativi di un percorso di ricerca strettamente collegato alle attività didattiche del Laboratorio di Architettura e Autocostruzione del Dipartimento di Architettura di Firenze del quale gli stessi autori sono stati fondatori e sono attuali responsabili.

Il progetto del temporaneo. Tra ricerca e formazione: dispositivi per l’arte, la cultura, il patrimonio

This content is avaiable only in this archive.

Global Identities. Postcolonial and Cross-cultural Narratives

Edited by Valentina Gensini, Anna Triandafillydo.
Texts by Veronica Caciolli, Jasper Chalcraft, Nick Dines, Livia Dubon Bohlig, Daria Filardo, Valentina Gensini, Matteo Innocenti, Jeremie Molho, Monica Sassatelli, Justin Randolph Thompson and Janine Gaelle Djeudi, Anna Triandafyllidou.

Global Identities. Postcolonial and Cross-cultural Narratives

Available in:

Adrian Paci, Lights to Serve the Night

Curated by Valentina Gensini

“Dark room. The frame of a boat hangs, suspended. A cascade of light fibres flows downwards and the wires are arranged on the ground, like the tentacles of a motionless Medusa, beyond time limits.” Amongst the protagonists of the international art scene, Adrian Paci uses a straightforward language

lacking rhetoric in investigating the human condition with refined formal synthesis.

In his works migration, which he experienced in the first person, is sublimated into universal research on the indefinite nature of the human being and on the complexity of social, political and cultural dynamics intrinsic to contemporary life. The project Di queste luci si serviraÌ la notte (Lights to Serve the Night) underlines the ability to narrate our times and describes the perpetual transit of man, assimilated to the continuous flow of water and its cathartic power.

Silvana ED

“Dark room. The frame of a boat hangs, suspended. A cascade of light fibres flows downwards and the wires are arranged on the ground, like the tentacles of a motionless Medusa, beyond time limits.” Amongst the protagonists of the international art scene, Adrian Paci uses a straightforward language

lacking rhetoric in investigating the human condition with refined formal synthesis.

In his works migration, which he experienced in the first person, is sublimated into universal research on the indefinite nature of the human being and on the complexity of social, political and cultural dynamics intrinsic to contemporary life. The project Di queste luci si serviraÌ la notte (Lights to Serve the Night) underlines the ability to narrate our times and describes the perpetual transit of man, assimilated to the continuous flow of water and its cathartic power.

Silvana ED

Adrian Paci, Lights to Serve the Night

This content is avaiable only in this archive.

Patrimoni Inattesi, a cura di Francesca Lanz

patrimoni inattesi
riusare per valorizzare ex-carceri: pratiche e progetti per un patrimonio difficile

Patrimoni Inattesi, a cura di Francesca Lanz

This content is avaiable only in this archive.

Adrian Paci Lights to Serve the Night

Curated by Valentina Gensini

Lights to Serve the Night
Adrian Paci Lights to Serve the Night

Available in:

Nuclei (vitali)

a cura di Valentina Gensini

Nuclei (vitali)

Available in: