TODAY CLOSED
See opening hours
  • MON: Closed
  • TUE: Closed
  • WED: Closed
  • THU: Closed
  • FRI: Closed
  • SAT: Closed
  • SUN: Closed
Per le festività natalizie gli orari potrebbero variare.

DIFFRAZIONI FIRENZE MULTIMEDIA FESTIVAL 

DIFFRAZIONI FIRENZE MULTIMEDIA FESTIVAL 

Un progetto culturale che fonda le proprie basi nella sperimentazione artistica in più ambiti: dal suono alla luce, dalla tecnologia alla scienza, dalla mente al gesto. Un festival in cui sono ospitate opere e performance di oltre 150 artisti e scienziati provenienti da 26 paesi del mondo. Tra gli ospiti: Roberto Fabbriciani, Piergiorgio Odifreddi, Esther Lamneck, Maria Chiara Carrozza, Lamberto Maffei, Semir Zeki e molti altri ancora

Dal 26 al 31 di marzo a Le Murate Progetti Arte Contemporanea e all’Abbazia di San Miniato a Monte arriva la terza edizione del Diffrazioni Firenze Multimedia Festival. Oltre 180 opere multimediali realizzate da oltre 150 artisti provenienti da 26 paesi del mondo, 6 lectio magistralis di grandi personalità del mondo dell’arte e della ricerca scientifica, 3 sessioni di conferenze, concerti multimediali, installazioni, workshop e incontri. Un progetto culturale, ideato e diretto dal compositore Alfonso Belfiore, docente del Conservatorio Cherubini, che fonda le proprie basi nella sperimentazione artistica in più ambiti: dal suono alla luce, dalla tecnologia alla scienza, dalla mente al gesto.

Una settimana ricca di eventi che vedrà coinvolti molti artisti e scienziati di fama internazionale, che porteranno nella cornice fiorentina un accrescimento artistico culturale di livello internazionale. Una finestra sulla contemporaneità di grande portata che ha spinto il progetto verso un incontro di grande suggestione, quello con le celebrazioni del Millenario dell’Abbazia di San Miniato al Monte. Tra le tematiche affrontate dal festival: acustica musicale, arte e nanotecnologie, biorobotica, arte e sistemi di telecomunicazioni mobili, composizione algoritmica, Intelligenza artificiale e arte, linguaggi per la computer music e molto altro ancora. Un momento di incontro, di conoscenza, di festa, di riflessione e di crescita.

Conferenza inaugurale giovedì 26 di marzo alle ore 19:00

Ore 21:00 il concerto di apertura del grande musicista, flautista e compositore Roberto Fabbriciani, personalità di fama internazionale, tra i principali esponenti della musica contemporanea. Fabbriciani interviene anche sabato 30 marzo guidando una giornata di studio sul tema “Contemporaneità e ricerca nella musica” con un suo secondo concerto alle 19:00.

La musicista Esther Lamneck (clarinetto e tarogato), artista che coniuga la virtuosità strumentale con le più avanzate tecnologie elettroniche ed informatiche interattive. Moltissimi tra i maggiori compositori e ricercatori mondiali hanno lavorato con lei sviluppando nuovi linguaggi interattivi e multimediali. Il suo recital si terrà mercoledì 27 marzo alle 19:00 e ritornerà anche in altri due concerti del festival, anche in veste di direttore del MNT_Florence Ensemble. Esther Lamneck, condurrà per sei giorni consecutivi, anche un’intensa e interessante masterclass con la collaborazione di alcuni compositori di musica contemporanea e tecnologica, realizzando un programma da concerto con un gruppo di 11 musicisti strumentisti, studenti di altissimo livello. L’ensemble strumentale interagirà con strutture elettroniche e visual, componendo così improvvisazioni dove immagini, musica dal vivo e registrata diverranno un tutt’uno.

Lectio Magistralis:

Nell’ambito delle neuroscienze e della neuroestetica, il Prof. Lamberto Maffei, scienziato, presidente emerito dell’Accademia Nazionale dei Lincei prensenterà il suo lavoro dal titolo “Arte cervello creatività. Il prof. Semir Zeki, scienziato, neurologo, della University College of London, padre della neuroestetica, parlerà di “The Neurobiology of Beauty”.

La Dott.sa Maria Chiara Carrozza, scienziata, professore universitario di bioingegneria industriale, è stata anche rettore della Scuola Superiore Sant’Anna di Pisa e ministro dell’Università e della ricerca scientifica, interverrà con “Il Futuro della Robotica nella IV Rivoluzione Industriale”.

Il compositore Albert Mayr, artista di rilievo internazionale, approfondirà il tema molto importante del senso dell’arte “Dall’ Opera aperta all’Arte effimera – L’utopia di Pietro Grossi”, parlando anche del pensiero di Pietro Grossi, pioniere della musica elettronica ed informatica, fondatore in Italia della prima Cattedra di Musica Elettronica e del primo centro di computer music con il CNR di Pisa.

Il prof. Massimo Bergamasco, direttore dell’Istituto di Tecnologie per la Comunicazione, Informazione e Percezione della Scuola Superiore Sant’Anna di Pisa parlerà di “Virtual Humans”. Parteciperà anche il prof.

Piergiorgio Odifreddi, noto matematico, logico, saggista e accademico italiano, che venerdì 29 marzo alle ore 18 terrà una lectio magistralis sul tema arte, matematica, scienza e tecnologia.

Le collaborazioni internazionali:

Questa terza edizione di Diffrazioni Festival è caratterizzata dalla grande attenzione rivolta alle esperienze tecnologiche e artistico musicali guardando verso gli Stati Uniti, rappresentati da numerosi artisti e ricercatori provenienti da diversi stati, guardando verso molti dei paesi europei, la Germania, la Grecia, la Francia, L’Inghilterra e anche verso Astana (Kazakistan) e contemporaneamente verso Teheran (Iran).

Negli ultimi due anni si è infatti sviluppato un canale privilegiato con il festival Reza Korourian Award di Teheran, agevolando uno scambio di opere favorendo così la crescita di una conoscenza artistica reciproca. In questa prima parte di Diffrazioni saranno presentate opere di Mehdi Jalali, compositore e direttore artistico del festival nonché direttore di Yarava Music Group e di Amin Khoshsabk, vincitore del festival iraniano.

La collaborazione con l’Università Nazionale delle Arti del Kazakistan di Astana ha portato Aiman Mussakhajayeva, violinista di fama internazionale Rettore dell’Università Kazaka e recente ospite del festival Strings City, a commissionare al Maestro Alfonso Belfiore un’opera di visual art interattiva intitolata “I segni dell’arte” eseguita ad Astana il 18 maggio scorso alla presenza del Presidente della Repubblica del Kazakistan, Nursultan Nazarbaev. Un’installazione multimediale e interattiva che è stata riproposta nello scorso dicembre nell’anteprima del festival con la proiezione della trasmissione televisiva nazionale andata in onda in Kazakistan. Il progetto, curato da Belfiore che ha guidato un team di studenti ed ex studenti del dipartimento di Nuove tecnologie e linguaggi musicali, ha consentito al Conservatorio Cherubini di Firenze di conseguire un risultato prestigioso ed è stato accompagnato dalla stipula di un protocollo d’intesa fra l’Università di Astana e lo stesso Cherubini per la realizzazione di futuri progetti comuni in cui saranno coinvolti studenti e docenti di entrambe le istituzioni.

Altri potenziali creativi si sono aperti con le collaborazioni avviate in Germania con l’University of Music Drama and Media di Hannover e in Grecia con il Department of Music Studies dell’Aristotle University of Thessaloniki. Preziosi per queste collaborazioni con l’Iran e con il Kazakistan, sono stati il contributo della musicista Gelareh Soleimani Lavasani, dell’Associazione culturale 8 ARTI e del Tenore Yerzhan Tazhimbetov.

Highlights del programma:

DA MERCOLEDI 27 MARZO/TUESDAY 27TH MARCH A DOMENICA 31 MARZO/SUNDAY 31ST

Dalle ore 15.00 alle ore 23.00

  • Albert Mayr – Collassi (Italy) place 1
  • Marco Buongiorno Nardelli – Miniature Opera Project #1: UNKNOWN (USA)place 2
  • Giovanni Doro – SphaeraMundi (Italy)place 3
  • Università nazionale kazaka delle arti – Facoltà d’arte (Kazakistan) place 4
  • Iain McCurdy – Cipher (Republic of Ireland) place 5
  • Lorenzo Ballerini – Inside Bosch (a trip into the musical hell) (Italy) place 6
  • Violetta De Saga – Embodiment (Germany) place 7
  • Angelo Marrone – Ars Destruens (Italy) place 8
  • Ian Clothier – Light seen and unseen / Moonlight (New Zealand)place 9
  • Nazario Augusto – Ogni tempo è veste della tua carne (Italy) place 10
  • Conservatorio di Musica Bruno Maderna di Cesena – Opere (Italy) place 11

CONFERENZE:

MARTEDÌ 26 MARZO/TUESDAY 26TH MARCH

Ore 19:00 – 7:00 PM > Concert Hall,

Le Murate.Progetti Arte Contemporanea, Piazza delle Murate, Firenze

M° Paolo Zampini, direttore del Conservatorio

Dott. Pasquale Maiorano, presidente del Conservatorio

Fondazione Cassa di Risparmio di Firenze

Dott.ssa Valentina GensiniLe Murate.Progetti Arte Contemporanea
Alfonso Belfioredirettore artistico
Padre Bernardo, Abbazia di San Miniato al Monte

Comune di Firenze
Città Metropolitana
Roberto Fabbriciani, Esther Lamneck, Joachim Heintz, Luca Di Volo, 
tutti gli autori delle installazioni

 

MERCOLEDÌ 27 MARZO – WEDNESDAY 27TH MARCH

Ore 10:00 – 10:00 AM > Concert Hall, 

Le Murate.Progetti Arte Contemporanea, Piazza delle Murate, Firenze

PAPERS

Francesco Pellegrino, Compositore, Entropia / Risonanza – Una metafora tra fisica, arte e spiritualità

Massimo Vito Avantaggiato, Conservatorio di Milano, Musica acusmatica e multimedialità

Lionello Tarabella, ISTI – CNR Pisa, Analogico e digitale: sensibilità e tecnologia

Andres Lewin-Richter, Pompeu Fabra University, Barcelona, PHONOS and the UPF MUSIC TECHNOLOGY GROUP

POSTERS

Sever Tipei, University of Illinois, Urbana, Algorithmic Composition and Sound Design on High-performance Computers

Roberto NeriGregorio Panerai, Conservatorio di Firenze, Sonification: Analyzing Space Weather

Luca Tavanti, Accademia Musicale “R. Leoncavallo”,

Dal riconoscimento vocale alla traduzione istantanea. Utilizzo dei sistemi di dettatura vocale in ambito conferenzistico.
From vocal detection to istant translations. Using vocal dictation system for live conferencing

 

VENERDÌ 29 MARZO – FRIDAY 29TH MARCH

Ore 15:30 – 03:00 PM > Concert Hall, 

Le Murate.Progetti Arte Contemporanea, Piazza delle Murate, Firenze

PAPERS

Bill Hill, Jacksonville University, The Promethean Moment: Augmenting the REAL

 

CONCERTI:

 

MARTEDÌ 26 MARZO – TUESDAY 26TH MARCH

Ore 21:00 – 9:00 PM > Concert Hall, 

Le Murate.Progetti Arte Contemporanea, Piazza delle Murate, Firenze

Roberto Fabbriciani

The Flute Experience

Bruno Maderna, Musica su due dimensioni (1952) per flauto e nastro magnetico

Luciano Berio, Sequenza I(1958) per flauto solo

Aldo Clementi, Parafrasi II(2004) per flauto e nastro magnetico

Jean-ClaudeRisset, Passages(1982) per flauto e nastro magnetico

H. Pousseur/R. Fabbriciani, Zeus joueur de flûtes,Célébrant les dix octannies d’Orphée étoilé (Michel Butor) (2006) per flauto, nastro magnetico e live electronics. Live electronics a cura di Lorenzo Ballerini

 

MERCOLEDÌ 27 MARZO – WEDNESDAY 27TH MARCH

Ore 19:00 – 7:00 PM > Concert Hall, 

Le Murate.Progetti Arte Contemporanea, Piazza delle Murate, Firenze

Esther Lamneck, Clarinet and Tárogató

Solo Recital

Barbara Jazwinski – Solliloquy – clarinet solo, Esther Lamneck – video Alfonso Belfiore (USA/Italy)

Mara Helmuth/Esther Lamneck – Breath of Water  – clarinet and computer (USA)

Erich Barganier/Esther Lamneck – Light Shards – tárogató and computer

Andres Lewin Richter – Signals – tárogató and fixed electronic score

Jean Angelus Pichardo – AZUL DE MAÑANA – tárogató, electronic score and video

Mara Helmuth/Esther Lamneck – Sound Dunes – tárogató and computer

 

 

CELEBRAZIONI PER IL MILLENARIO DELL’ABBAZIA DI SAN MINIATO AL MONTE, 1018/2018

MERCOLEDÌ 27 MARZO – WEDNESDAY 27TH MARCH

Ore 21:30 – 9:30 PM > Abbazia di San Miniato al Monte,Via delle Porte Sante 34, Firenze

S.ilk O.n S.kin

con
Paolo Zampiniflauto
Roberto Nerielettronica
con la partecipazione di Elena Tereshchenkovoce recitante – Anna Tereshchenkoregia

Giacinto Scelsi – Pwyll 05:00/ (1954)
Mario Davidovsky – Synchronism n. 1 05:00/ (1962)
Paul Horn – Inside 25:00/ (1968)
Paolo Zampini – S.ilk O.n S.kin 10:00/ (2015)
Ennio Morricone – Cadenza 10:00/ (1988)

 

CELEBRAZIONI PER IL MILLENARIO DELL’ABBAZIA DI SAN MINIATO AL MONTE, 1018/2018

VENERDÌ 29 MARZO – FRIDAY 29TH MARCH

Ore 21:30 – 9:30 PM > Abbazia di San Miniato al Monte,Via delle Porte Sante 34, Firenze

THE WASTE LAND 59:00/ performance (nuova edizione 2018)per voce recitante, percussione, fixed media e live electronics

musica e regia di Alfonso Belfiore

su testo di T. S. Eliot

con

Massimo Tarducciperformer e voce recitante
Emma Tarducciperformer e voce recitante
Niccolò Crulli, percussione
Luca Tavantilive electronics

voci fuori campo:

Beatrice Bertini, Antonella Fabbrani, Giuliana Giurlani, Simonetta Pardini (voce cantante), Massimo Tarducci, Beatrice Visibelli

con la partecipazione di Caterina Bueno

Il lavoro si articola in 5 movimenti

  1. THE BURIAL OF THE DEAD
  2. A GAME OF CHESS
  3. THE FIRE SERMON
  4. DEATH BY WATER
  5. WHAT THE THUNDER SAID

introduzione di

Andrea Bigalli

 

 

SABATO 30 MARZO – SATURDAY 30TH MARCH

Ore 19:30 – 7:30 PM > Concert Hall,

Le Murate.Progetti Arte Contemporanea, Piazza delle Murate, Firenze

Roberto Fabbriciani

The Flute Experience

Nicola SaniI binari del tempo(1998) per flauto e nastro magnetico

Mauricio SoteloA Roberto: la chiarezza deserta(2009) per flauto solo

Diego MinciacchiRitual for the New Morning(1993) per flauto e nastro magnetico

Luigi EspositoPoema del gran solo(2018) per flauto contrabbasso solo (1a esec. assoluta)

Nicoletta Andreuccetti, Notturno Sole for solo amplified flute and fixed media with multi-channel spatialization

Roberto FabbricianiSuoni per Gigi(2007) per flauto, nastro magnetico e live electronics. Live electronics a cura di Lorenzo Ballerini