OGGI APERTO
14:30 - 19:30
  • LUN: Chiuso
  • MAR: 14:30 - 19:30
  • MER: 14:30 - 19:30
  • GIO: 14:30 - 19:30
  • VEN: 14:30 - 19:30
  • SAB: 14:30 - 19:30
  • DOM: Chiuso

Quest’anno gli studenti dell’Accademia di Belle Arti di Firenze e gli studenti del Conservatorio di Musica L. Cherubini avranno la possibilità di partecipare a un progetto formativo con l’artista in residenza Jacopo Baboni Schilingi. Un progetto con l’obiettivo di introdurre alla creatività contemporanea come interazione tra arti visive e musica.

Sei modelli corpocentrati per la fruizione dell’arte del XXI secolo

Lunedì 11 Gennaio

Presentazione della teoria più recente su sei modelli di analisi ermeneutica. Un nuovo approccio all’analisi delle opere d’arte basato su ricerche di R. Damasio, J. Petitot-Concorda, G. Molinié e Jacopo Baboni Schilingi. L’arte come intenzionalità in contrapposizione di natura come spontaneità.

 

Prototipi, archetipi e stereotipi: la rinascita del “nuovo”

Martedì 12 Gennaio

Presentazione della sperimentazione artistica [prototipi], sul come questi vengano integrati nelle prassi di insegnamento [archetipi] e la conseguente nascita delle Accademie e del rapporto con i circuiti di diffusione e di commercio su larga scala [stereotipi]. Il rapporto tra mondo reale e una serie di proposte di nuovo Rinascimento che stiamo vivendo con esempi di progetti di Jacopo Baboni Schilingi già realizzati con Hermès, Samsung, Camille Fournet e Chanel.

 

La musica consustenziale: l'umano razionale ed emotivo e l'intelligenza artificiale

Lunedì 18 Gennaio

Presentazione dell’estetica di Jacopo Baboni Schilingi a partire con le sue collaborazioni con Arman, Sarkis, Chevalier e Crespin per terminare con la presentazione di ARGO.

Martedì 19 Gennaio

Presentazione della musica estetica a partire dalle collaborazioni con Berio, Boulez e Stockhausen.

 

La residenza di Jacopo Baboni Schilngi, curata da Renata Summo O’Connell e Valentina Gensini, è finanziata da ANCI e da Presidenza del Consiglio dei Ministri-Dipartimento per le politiche giovanili e il servizio civile universale, all’interno di LUMEN- Progetto RIVA, ideato e prodotto da MAD, in collaborazione con Artegiro Contemporary Art, Institut Francais, Accademia di Belle Arti di Firenze, Conservatorio Luigi Cherubini.

 


Con il contributo di

Regione Toscana, bando Toscanaincontemporanea2022

Fondazione CR Firenze

 

 


Jacopo Baboni Schilingi

Artista

Jacopo Baboni Schilingi proviene dalla musica cosiddetta “colta”, che unisce la scrittura e l’interattività. La stampa internazionale lo descrive come uno dei compositori più rappresentativi della sua generazione. È riconosciuto dai suoi concerti ed esposizioni nella cerchia dei conservatori e delle sale da concerto classiche: compositore in residenza all’IRCAM (7 anni), artista associato alla Saline Royale d’Arc-et-Senans (3 anni), curatore del colloquio... annuale PRISMA nel mondo (dal 2000 ad oggi), artista associato del Festival EMW al Conservatorio Nazionale di Shanghai (4 anni), Visiting Professor alla Harvard University negli USA, Visiting Professor al Conservatorio di Wuhan (3 anni).

Le sue produzioni plastiche e musicali sono invitate ed esposte nelle nuove sale dedicate all’arte multidisciplinare che combinano immagini, video, architettura e interazione con il pubblico: Sanlitung Village a Pechino, UniCredit Pavilion a Milano, Grand Palais a Parigi, Nexus Hall a Tokyo, Streaming Museum a New York, ecc.  Il suo lavoro con Arman negli anni 2000 ha dato inizio ad una serie di creazioni con Miguel Chevalier, Jean-Pierre Balpe, Alain Fleischer, Elias Crespin, Sarkis, ecc. Nel 2015 ha partecipato due volte alla Biennale di Venezia: ha creato la musica per il Padiglione della Turchia Respiro della voce e il concerto per la giornata di chiusura nella Sala delle Armi. Jacopo Baboni Schilingi ha scritto musica per grandi sponsor come Hermès e Samsung. Dal 2015 al 2018, la casa Camille Fournet – Parigi è stata mecenate di Jacopo Baboni Schilingi per la sua installazione ARGO, esposta al Grand Palais di Parigi, nell’ambito della mostra “Artists & Robots”. Dal 2018 al 2020, è stato sponsorizzato dalla casa di Chanel per una serie di residenze, un concerto monografico e una mostra monografica a Tokyo.

Read More