OGGI CHIUSO
Guarda gli orari
  • LUN: Chiuso
  • MAR: 14:30 - 19:30
  • MER: 14:30 - 19:30
  • GIO: 14:30 - 19:30
  • VEN: 14:30 - 19:30
  • SAB: 14:30 - 19:30
  • DOM: Chiuso
Chiusi per le festività

Il 9 maggio 2023 alle 17.30 si terrà presso MAD Murate Art District la presentazione del volume di Gilberto Corretti Autobiografia, edito da Gangemi Editore (Roma, 2022) per la collana ISIA Firenze, I Grandi Maestri . Dopo i saluti istituzionali della presidente di ISIA Firenze on. Rosa Maria Di Giorgi e del direttore di ISIA Firenze, prof. Francesco Fumelli, alla presentazione interverranno, il prof. Giuseppe Furlanis e il prof. Siliano Simoncini, rispettivamente prefatore e postfatore del volume, la docente ISIA Firenze Sabrina Sguanci Baroni, allieva e poi collega del prof. Corretti, Manola Del Testa, allieva del prof. Corretti e oggi creative director di RCR, il designer Filippo Corretti. L’incontro sarà moderato da Angelo Minisci.

Fotografia di Salvatore Mazza

Per informazioni

055 247 6873

info.mad@musefirenze.it

 


Biografia

Gilberto Corretti (Firenze, 1941-2023) è stato tra i fondatori del gruppo d’avanguardia Archizoom Associati e docente nei corsi di progettazione degli ISIA (Istituti Superiori per le Industrie Artistiche) di Roma, Firenze e Faenza.
Grazie al suo alto livello di professionalità ha contribuito a forgiare il modello didattico e valoriale tipico degli ISIA, permettendo ai propri allievi di ricercare e riscoprire la propria dimensione intima e originale, interpretando la lezione pascoliana dalla “poetica del fanciullino” dal punto di vista del design.
Tra le esperienze sviluppate in ISIA Firenze è da evidenziare “Care Toys”, un laboratorio di ricerca e progettazione multidisciplinare di giochi e spazi ludici per le realtà pediatriche. Il laboratorio – patrocinato oltre che da ISIA, dalla Fondazione Anna Meyer, dall’Assessorato della Pubblica Istruzione di Pistoia e dalla Cooperativa Arca – ha realizzato negli anni diversi progetti, tra i quali l’arredo della ludoteca dell’Unità Pediatrica dell’ospedale Ramazzini di Carpi e delle sale giochi del Nuovo Meyer di Firenze.