OGGI APERTO
14:30 - 19:30
  • LUN: Chiuso
  • MAR: 14:30 - 19:30
  • MER: 14:30 - 19:30
  • GIO: 14:30 - 19:30
  • VEN: 14:30 - 19:30
  • SAB: 14:30 - 19:30
  • DOM: Chiuso

Tre mesi di incontri per parlare di comunità resilienti e di inclusione sociale, di design, di arte, di architettura, di paesaggio e per pensare alle città sostenibili del futuro insieme a una serie di protagonisti internazionali del mondo dell’architettura e del design. MAD Murate Art District presenta “Lumen – Progetto RIVA | Dialogues”, ciclo di seminari, talk e workshop realizzato in collaborazione con LWCircus con la curatela dell’architetto e cartografo Annacaterina Piras (curatrice della sezione resilienza, arte e paesaggio del Padiglione Italia alla XVII Biennale di Architettura di Venezia) che vedranno un corposo gruppo di relatori internazionali portare le loro testimonianze su temi come la progettazione e interpretazione di soluzioni urbanistiche innovative e sostenibili nelle città contemporanee, con un focus particolare sui paesaggi naturali in città, come i parchi fluviali, e sulla loro importanza nelle strategie di rigenerazione urbana.

Mercoledì 9 marzo alle ore 18.00 si apre il programma di conferenze presso la Sala Wanda Pasquini in Piazza Madonna della Neve, Complesso delle Murate, in cui sarà allestita l’installazione Paesaggi Resilienti per Comunità Resilienti:  un “tappeto” di Posidonia oceanica (pianta di fondale marino dotata di una capacità di ossigenazione del pianeta superiore perfino a quello della Foresta Amazzonica) ricreerà l’ambiente costiero dell’Asinara, in Sardegna, per riflettere sul cambiamento climatico.

Il ciclo di incontri prosegue fino a sabato 21 maggio, per un totale di sei appuntamenti, quando si svolgerà a MAD il workshop operativo con il coinvolgimento di cittadini rifugiati o richiedenti asilo, sull’onda delle passate edizioni degli Arnolabs svolti dal 2017 al 2019.

Gli appuntamenti sono finanziati da ANCI e da Presidenza del Consiglio dei Ministri-Dipartimento per le politiche giovanili e il servizio civile universale, all’interno di LUMEN- Progetto RIVA, ideato e prodotto da MAD.

Programma

MERCOLEDÌ 9 Marzo ore 18.00 -19.00

Sala Wanda Pasquini

Duarte SANTO e Felipe FERRAZ, Cornell University – Video Proiezione
Impermanence of the Island ( Madeira)
Vittorio GAZALE, Parco Asinara
Marcello MIOZZO, Seaforest EU Project

L’incontro verterà sulle differenti realtà dei paesaggi resilienti isolani, Madeira
e Asinara, raccontando il vincolo indissolubile tra il paesaggio e le comunità locali.

GIOVEDÌ 17 Marzo ore 18.00 -19.00

Sala Wanda Pasquini

Jason HO, SCUT University – Video-proiezione The Market Museum
Mark RAYMOND, GSA University of Johannesburg
Simon BUSSIERE, University of Hawaii

Due realtà a confronto in termini di inclusione sociale, il tema del design verrà declinato alla più differenti latitudini, dalla parte delle minoranze in realtà complesse, quali quella cinese, sudafricana e hawaiana.

MERCOLEDÌ 30 Marzo ore 18.00 -19.00

Sala Wanda Pasquini

Emanuele MONTIBELLER, Arte Sella
Alessandro MELIS, curatore Padiglione Italia, XVII Biennale Venezia, in Video conferenza da New York
Jose Antonio LARA-HERNANDEZ, Università di Porto

Il direttore artistico di Arte Sella a confronto con il Curatore dell’ultima Biennale di Architettura di Venezia per raccontare la loro visione in termini di resilienza, arte, architettura e paesaggio, con il contributo dell’architetto messicano.

MERCOLEDÌ 6 Aprile ore 12.00 - 13.00

Sala Wanda Pasquini

Mauro BARACCO, RMIT University
Kotchakorn VORAAKHOM, Harvard University / CONTEMPORARY RESILIENT LANDSCAPES – Video conferenza

Il curatore del padiglione australiano alla penultima biennale di architettura di Venezia a confronto con la maggiore esperta di paesaggi resilienti del continente asiatico, proporranno le loro sperimentazioni in campo architettonico paesaggistico.

SABATO 14 Maggio ore 15.00 - 18.00

Lungarno Serristori, Terzo Giardino. Appuntamento presso MAD

Elisabetta BIANCHESSI e LABORATORIO SILENZIO

WORKSHOP di inclusione sociale condotto da Elisabetta Bianchessi e il Laboratorio Silenzio, compagnia teatrale di attori sordi con sede a Milano, che da anni portano avanti modalità operative di inclusione sociale, attraverso una percezione altra della realtà, nello specifico del paesaggio urbano/fluviale fiorentino. Il pubblico verrà dotato di cuffie antirumore e accompagnato in un percorso di esplorazione silenziosa dello spazio. I partecipanti saranno coinvolti dai performers di Laboratorio Silenzio in una serie di piccole azioni performative e avranno la possibilità di sperimentare un approccio al paesaggio che passi primariamente dal corpo.

Rimandato a data da destinarsi

MAD Murate Art District

WORKSHOP OPERATIVO di inclusione sociale tra arte e paesaggio

Il workshop operativo di inclusione sociale prevede azioni di progettazione partecipata, tra arte e paesaggio, con il coinvolgimento della cittadinanza e di cittadini rifugiati provenienti da realtà internazionali di forte disagio economico-sociale, protagonisti delle passate edizioni dei workshop ArnoLabs, svolti dal 2017 al 2019 lungo l’Arno, all’interno del progetto RIVA.

MERCOLEDÌ 29 Giugno ore 17.00 - 19.00

Sala Ketty La Rocca

Annacaterina PIRAS, LWCircus – Creative Resilient Community, a Method
Aldo PIOMBINO, UNIFI – Plains and Rivers for Nature and Humankind
Mel DODD, MADA, Monash University – Public Art as Process – Assessing the value of ‘Meanwhile’

Annacaterina Piras

Architetto e cofondatrice di LWCircus

Annacaterina Piras è architetto e cartografa con un dottorato in Architettura paesaggistica ottenuto presso la Facoltà di Architettura dell’Università di Sassari (2011). Si è laureata presso la Facoltà di Architettura dell’Università di Firenze (1999). Dal 2004 coordina diversi workshop cooperativi internazionali, sperimentando pratiche condivise di intervento urbano, usando l’arte come veicolo per reimmaginare spazi pubblici, in collaborazione con artisti locali, comunità e enti... culturali, come Museo Nivola, Orani (2004) e la Fondazione Stazione dell’arte, Ulassai (2006). Negli ultimi anni ha collaborato con diverse università, fondazioni e enti culturali, quali Cornell University in Rome (2009), the Master in Landscape Architecture of Barcelona at ETSAB_UPC (2010), the Bauhaus Dessau Foundation (2011), the RMIT University, School of Architecture and Design, Melbourne (2013-19), the ENSP, Ecole nationale supérieure du Paysage, Versailles (2013-14-15-16), the Universidad Marista, Merida (2016), the Chinese Universities of SCUA, SCUT, GAFA in Guangzhou and PKU, Beijing (2017), the UHM, University of Hawaii at Manoa (2017), Tonji and Jiao Tong University in Shanghai (2018), TURENSCAPE Academy (from 2018). Dal 2009, coordinati diversi workshop per Master di secondo livello in Urbanismo paesaggistico mediterraneo, presso la Facoltà di architettura di Alghero dell’Università di Sassari. È cofondatrice e coordinatrice scientifica di LWCircus, il programma operativo condiviso Italia-Messico, nato nel 2016 e centrato su modalità sperimentali nella ricerca di nuove strategie per uno sviluppo urbano e rurale sostenibile in aree naturali sensibili e nella rivitalizzazione di paesaggi culturali nel Mediterraneo e nei paesi in via di sviluppo. È stata membro della giuria al World Landscape Architecture Award 2019 ed è stata nominata per l’Italian Fellowship 2019-2020 dall’American Academy in Rome. Annacaterina e’ stata curatrice della sezione resilienza, arte e paesaggio del Padiglione Italia, alla XVII Biennale di Architettura di Venezia.

Read More

LWCircus

Programma Operativo Condiviso Italiano - Messicano

LWCircus è il Programma Operativo Condiviso Italiano – Messicano nato nel 2016, a seguito di una rilettura critica delle linee guida delineate lungo la pluriennale esperienza di coordinamento all’interno di programmi operativi internazionali di successo e alla ricerca di una sistematizzazione di metodologie alternative basate su pratiche sociali e un miglioramento di strumenti e dispositivi, in grado di dare vita a processi a lungo termine in termini di sviluppo sostenibile e... valorizzazione responsabile. Il programma si concentra in particolare sulle modalità sperimentali nella ricerca di nuove strategie per lo sviluppo urbano e rurale sostenibile su aree naturali sensibili e territori in transizione (aspetti antropologici, socio-economici e ambientali), insieme a una valorizzazione responsabile dei paesaggi culturali all’interno del Mediterraneo e dei Paesi in via di sviluppo .

Read More