TODAY CLOSED
See opening hours
  • MON: Closed
  • TUE: 14:30 - 19:30
  • WED: 14:30 - 19:30
  • THU: 14:30 - 19:30
  • FRI: 14:30 - 19:30
  • SAT: 14:30 - 19:30
  • SUN: Closed
Per le festività natalizie gli orari potrebbero variare.

Double Exposure

La musica contemporanea torna a MAD Murate Art District grazie alla sound art di Francesco Massaro e Francesco Pellegrino: due artisti che faranno confluire la loro personale interpretazione della musica in un’unica serata da non perdere.

Double Exposure è un incontro tra due musicisti, due pratiche e due visioni sonore che si trovano ad incrociarsi tra l’elettronico e l’acustico, tra il suono dei sassofoni, dei clarinetti e quello dell’elettronica, della sintesi e del live electronics.

Una doppia esposizione, una doppia messa a fuoco, un doppio sguardo sulla materia instabile del suono e dell’improvvisazione.

 

Per info e prenotazioni:
055/2476873
info.mad@musefirenze.it

Francesco Massaro

Francesco Massaro è un musicista di formazione accademica, conclusa con lode e menzione di merito, impegnato in numerosi progetti multidisciplinari che uniscono musica creativa, arti visive, poesia, audio/video, arti elettroniche e danza.

Nel 2009 ha vinto il Premio Nazionale delle Arti indetto da AFAM e MIUR (sezione jazz). Nel 2016 e nel 2017 la rivista specializzata Musica Jazz lo segnala tra i 10 migliori giovani talenti italiani definendolo “uno dei talenti più luminosi venuti alla ribalta della scena italiana negli ultimi anni”. Nel 2018 riceve il premio Targa SIAE. Nel 2019 tiene un concerto conferenza per la piattaforma internazionale TED. Nel 2020 riceve il Pandemic Atlanta Grant Dance/Coreography. Attualmente dirige il gruppo "Bestiario" (progetto mixed media con Mariasole De Pascali, Michele Ciccimarra, Adolfo La Volpe, Egidio Marullo) si esibisce anche in solo (Maniera Nera – fiati e live electronics) nel trio Elica (con Chiara Liuzzi, Adolfo La Volpe, Elio Martusciello) e nel duo Outline Maps (con Alessandra Bossa) fa parte inoltre del Noci Saxophone Pool (Vittorino Curci, Gianni Console e Marco Colonna), dell’OEOAS (Orchestra Elettroacustica Officine Arti Soniche). Tra le numerose collaborazioni, che spaziano dall’avant jazz alla musica contemporanea d’accademia, la più importante e proficua è certamente quella con il pianista Gianni Lenoci, suo mestro e mentore. Ha inoltre inciso e suonato occasionalmente con Sakis Papadimitriou, William Parker, Joëlle Léandre, Stefano Battaglia, Markus Stockhausen, John Tchicai, Elio Martusciello, Giancarlo Schiaffini, Fabrizio Spera, Paolo Fresu, Carlos Zingaro, Kent Carter, Paul Lovens, Carlo Actis Dato, Antonello Salis, Eugenio Colombo, Alessandro Haber, Daniele di Bonaventura, Steve Potts, Sabir Mateen, Marco Colonna, Sauro Berti, Michel Godard, Bruno Tommaso, Roberto Ottaviano, Gunter “Baby” Sommer, Ab Baars, Ig Henneman, Admir Shkurtaj, Danilo Gallo, Enrico Gabrielli e molti altri. Ha partecipato a numerosi festival di jazz e musiche attuali tra i quali Una Striscia di Terra Feconda, AngelicA, Time in Jazz, Young Jazz, Talos Festival, Europa Jazz Festival di Noci, Notte della Taranta, Materadio, Rec Festival, Mantova Musica, Italia Wave, Disorder, No Sheet Festival, Silence, Festival dei Mondi di Villa Ada, Settimana di Cultura Italiana (Università di Banja Luka), ha suonato per l’Università di Coimbra, l’Università di Bari, la Radio Tv Tedesca (Lipsia), e RadioRai.

Francesco Pellegrino

Francesco Pellegrino è musicista elettroacustico, compositore e artista multimediale.

La materia del suono è il fulcro del suo lavoro: ricercato attraverso la complessità delle strutture generative digitali o nell’immersione della tecnica strumentale o ancora con la creazione di installazioni multimediali, il suono e la sua natura sono i generatori costanti di nuovo senso nel suo universo poetico.

Come musicista e compositore partecipa a numerosi festival di musica contemporanea e elettroacustica tra i quali: Biennale di Venezia, TempoReale Festival, MA/IN Matera Intemedia Festival, TU35_Expanded, MEFF, Progetto RIVA, Festival Diffrazioni, FKL symposium, STOFF Stockholm Fringe Festival, John Cage: Musica Esposta e molti altri. Dal 2015 fa parte con Andrea Venturoli e Maurizio Montini del trio elettroacustico 3D3.

 

Come artista le sue installazioni sono esibite in importanti contesti nazionali e internazionali tra i quali:
“Inner Waving” – Fonoteca Nacional, Mexico D.F. / STOFF, Stockholm Fringe Festival / Le sabbie del Tempo, Firenze / Combat Prize, Livorno.                   “Vivente” vince la call del “Progetto Riva” creando un’installazione con 128 canne di bambù trasformate in canne d’organo, che creano un ambiente sonoro attraversabile e immersivo presso il MAD – MurateArtDistrict.
“Nidi”, tre strutture sonore di materiali diversi e in collaborazione con l’illustratrice Anita Barghigiani, partecipa alla Firenze dei Bambini.          “Rain Drops” un’installazione di arte pubblica realizzata nel paese di LiuYin, presso Chongqing in Cina, durante la residenza vinta per ToscanainContemporanea.

Cofondatore e direttore artistico di PArS – Percorsi d’Arte Sonora.