OGGI APERTO
14:30 - 19:30
  • LUN: Chiuso
  • MAR: 14:30 - 19:30
  • MER: 14:30 - 19:30
  • GIO: 14:30 - 19:30
  • VEN: 14:30 - 19:30
  • SAB: 14:30 - 19:30
  • DOM: Chiuso

I musei sono istituzioni in trasformazione, come testimonia la recente revisione della definizione stessa di museo da parte dell’ICOM-International Council of Museum. In particolare, i dipartimenti di educazione e mediazione dei musei, in costante relazione con i pubblici, sono avamposti del cambiamento “al servizio della società”. Come recentemente emerso dal confronto internazionale tra responsabili dei dipartimenti educativi dei musei internazionali presso EDI-Global Forum for Education and Integration, organizzato a Napoli dalla Fondazione Morra Greco nell’ottobre 2022, esistono delle linee comuni di sperimentazione lungo le quali si stanno muovendo le pratiche dell’educazione museale a livello internazionale, incorporando approcci sperimentali proposti da artisti e co-progettando con le comunità di riferimento, valorizzando l’apprendimento esperienziale e attraverso l’uso del corpo, cercando alleanze fuori dal settore culturale, ibridando i linguaggi, prendendo posizione nelle sfide della società attuale.

Durante l’incontro, attraverso alcuni esempi internazionali, lə partecipanti verranno coinvolti nella ricerca sui recenti ambiti di ricerca e applicazione nell’ambito dell’educazione e mediazione museale.

L’incontro aperto è a cura di Irene Innocente, e vede la partecipazione delle studentesse e degli studenti del Master Museum Experience Design di IED-Firenze.

 

Mercoledì 24 maggio ore 17.30 presso MAD Murate Art District.

 

 

Per informazioni

 055 2476873

info.mad@musefirenze.it

 


Irene Innocente

Irene Innocente è Coordinatrice del Dipartimento Educazione del Centro per l’arte contemporanea Luigi Pecci (Prato), dove progetta e coordina le attività educative e i programmi di accessibilità per tutti i pubblici; è project manager di progetti speciali e referente per le reti museali regionali Pratomusei e Musei Toscani per l’Alzheimer. 

Dal 2007 ha collaborato come educatrice museale e segreteria organizzativa con diverse istituzioni culturali tra le quali Le Murate. Progetti Arte Contemporanea (Mus.e, Firenze), FLAME|FirenzeSuonaContemporanea (Firenze), FARO (Bruxelles), Linea d’ombra (presso Bologna), MAC (Vercelli), Settore Musei-Comune di Torino, Fondazione Guggenheim (presso Arca, Vercelli). 

Come storica dell‘arte contemporanea, ha concentrato le sue ricerche sull’arte degli anni Sessanta e si è specializzata sull’Arte Pubblica presso la Scuola di Specializzazione in Beni Storico Artistici dell‘Università di Bologna. È stata docente di Storia dell‘arte per il MIUR e di Museum Management per IED-Firenze. 

Ha una memoria fotografica, ma dimentica i nomi. Vorrebbe che tutt* potessero sperimentare il potere trasformativo dell‘arte.

Read More