OGGI APERTO
14:30 - 19:30
  • LUN: Chiuso
  • MAR: 14:30 - 19:30
  • MER: 14:30 - 19:30
  • GIO: 14:30 - 19:30
  • VEN: 14:30 - 19:30
  • SAB: 14:30 - 19:30
  • DOM: Chiuso

A seguito della residenza d’artista presso l’Accademia di Belle Arti di Sichuan promossa da MAD, il progetto inedito pensato da Giulio Saverio Rossi per gli spazi di Murate Art District propone una sintesi di alcuni temi dominanti della sua ricerca negli ultimi anni che trovano negli immaginari legati all’idea della nuvola – dal suo impiego nel rappresentare la tensione trascendentale del romanticismo fino al suo divenire immagine perfetta e paradigmatica della tecnologia come Cloud computing – una propria convergenza.

Oggetto di culto, luogo del divino e matrice di immagini fantastiche, la nuvola costituisce una presenza costante all’interno della storia della pittura ed è un soggetto potenzialmente sempre uguale a sé stesso, configurandosi come una categoria atemporale lungo la storia dell’arte. Eppure l’identità della nuvola, come testimoniano molti studi, sta subendo dei processi di mutazione che, causa l’inquinamento e il cambiamento climatico, porteranno alla scomparsa di alcuni tipi di nuvole, una scomparsa che l’azione del De-clouding, cioè la rimozione della presenza dei fenomeni atmosferici dalle immagini satellitari tramite software, in qualche modo prefigura.

Oltre a lavori originali di Giulio Saverio Rossi (Cianometro e De-clouding), verrà presentata la serie di disegni Nuova scuola delle nuvole e della nebbia: realizzati da otto artisti cinesi che, durante la residenza a  Sichuan, sono stati invitati a partecipare in una scuola fittizia all’interno della scuola vera, il cui obiettivo è stato quello di disegnare le nuvole da tre scenari differenti della Cina contemporanea: un contesto naturale, un grattacielo nel centro economico della città e l’accademia stessa.

 

All’interno di China Project, progetto di scambio di residenze d’artista attivato da MAD con l’Accademia di Belle Arti di Sichuan in collaborazione con Zhong Art International.


Giulio Saverio Rossi

Artista visivo

Giulio Saverio Rossi (Massa, 1988) vive e lavora a Torino. Ha studiato pittura all’Accademia di Venezia e all’Accademia Albertina di Torino. Attualmente è docente all’Accademia di Belle Arti di Urbino.

Fra le sue mostre personali Il giardino di notte, Casa Masaccio (San Giovanni Valdarno, 2021); Nuova Scuola delle Nuvole e della Nebbia, Sichuan Fine Arts Institue (Chongqing, Cina, 2019). Il suo lavoro è stato presentato in mostre collettive, spazi istituzionali e... musei fra cui Istituo Italiano di Cultura di Tokyo (Tokyo, 2021) e GAM (Torino, 2020).  Ha partecipato a programmi internazionali fra cui China Project, promosso da MAD Murate Art District e Zhong Art International (Chongqing, 2019); Mediterranea18, BJCEM (Albania, 2017); Real Presence, Castello di Rivoli Museo d’arte contemporanea (Belgrado, Rivoli, 2008). Nel 2020 è vincitore dell’avviso pubblico Cantica21. Italian contemporary art everywhere, promosso da MIC (DGCC) e MAECI (DGSP).  La sua opera è entrata recentemente a far parte della collezione Cassa Depositi e Prestiti.

Read More