OGGI APERTO
14:30 - 19:30
  • LUN: Chiuso
  • MAR: 14:30 - 19:30
  • MER: 14:30 - 19:30
  • GIO: 14:30 - 19:30
  • VEN: 14:30 - 19:30
  • SAB: 14:30 - 19:30
  • DOM: Chiuso
Per le festività natalizie gli orari potrebbero variare.

 

Il diario popolare è un archivio di memorie collettive costruito da cittadini che attraverso la condivisione di interviste, ricordi e documenti creano un museo dell’immateriale.

L’idea di un diario nel quale raccontarsi è nata in un gruppo di amici artisti, storici dell’arte, fotografi e video-maker, con la volontà di custodire ciò che ciascuno aveva raccolto, e stava gelosamente conservando nella propria memoria.

Dalla consapevolezza dell’importanza di custodire la memoria nasce questo progetto spontaneo, perché le memorie di chi ci circonda non spariscano, perché i racconti di una città, di una comunità possano essere condivisi come meritano, e lo straordinario patrimonio immateriale che si tramanda spesso oralmente, fino a perdersi,  possa trasformarsi in una piattaforma partecipata: una piazza aperta, condivisa, sorridente, piena di voglia di ascoltare e raccontare, perché nulla vada perso.

Per patrimonio immateriale si intende tutto ciò che riguarda la storia sociale, antropologica e artistica di una comunità, tale patrimonio riguarda ogni aspetto della vita sociale: cibo, musica, arte, sport, luoghi particolari, aneddoti e racconti di vita tramandati oralmente.

La nascita del Diario Popolare della città di Firenze si pone la finalità di raccogliere le testimonianze di piccole e grandi storie, ricordi, per custodire brani importanti della storia popolare della città. Il coinvolgimento delle associazioni, delle scuole e di tutti i cittadini che vorranno condividere la loro storia sarà fondamentale, in modo da non lasciare indietro nessuno dei potenziali interlocutori capaci di raccontare storie non solo del passato, ma anche del presente della città.

Ogni mese una nuova call inviterà a partecipare tutti i cittadini che lo vorranno, secondo un tema già definito.

I temi identificati al momento sono: Arno, feste popolari, piazze, giardino di Boboli, feste popolari, ricette, cinema, musica e molti altri saranno inseriti in futuro.

I cittadini potranno contribuire con video propri, materiale fotografico, oppure scritti che riguardano i propri ricordi.

Il tutto sarà inserito creando un vero e proprio archivio sul sito www.ildiariopopolare.it e promosso tramite le pagine social.

 

Il progetto è promosso dall’associazione culturale fund4art che ha messo insieme professionisti come operatori culturali, videomakers e scrittori, che seguiranno il progetto e lo promuoveranno. Tra di loro Gaia Nanni e Benedetto Ferrara.

Questo progetto vuole promuovere la condivisione della memoria, nel tentativo di trasformare quel ricordo in un archivio di esperienze comunitarie, una piattaforma dinamica per custodire la memoria collettiva guardando al futuro e costruendo un nuovo senso di cittadinanza.

Il progetto è patrocinato dal Comune di Firenze, sostenuto dall’Assessorato alla Memoria con la collaborazione di Murate Art District, Progetto RIVA

La redazione. Il progetto è ideato dall’associazione culturale fund4art

  • Coordinamento del progetto: Francesca Merz
  • Redazione: Carolina Pezzini, Lorenzo Mossani, Lara Fantoni, Francesca Leoni
  • Fotografo e videomaker: Tommaso Tancredi
  • Testimonial del progetto : Gaia Nanni
  • Ufficio Stampa: Sara Chiarello e Francesca Puliti, PS Comunicazione
  • Con il patrocinio di: Comune di Firenze, Assessorato alla Memoria
  • Il collaborazione con: MAD Murate Art District, Progetto RIVA

 

www.ildiariopopolare.it