TODAY CLOSED
See opening hours
  • MON: Closed
  • TUE: 14:30 - 19:30
  • WED: 14:30 - 19:30
  • THU: 14:30 - 19:30
  • FRI: 14:30 - 19:30
  • SAT: 14:30 - 19:30
  • SUN: Closed

Firenze RiVista, festival delle riviste e dell’editoria indipendente torna, dopo lo stop imposto dalla pandemia, a riempire il centro fiorentino con una tre giorni di scambi, incontri e discussioni. Il tema di quest’anno è Passaggio: la trasformazione della vita sociale e culturale dopo la pandemia, la necessità di cambiare le nostre abitudini per la nostra sopravvivenza e quella del pianeta, le migrazioni, la trasmissione del sapere nell’epoca dell’accelerazione tecnologica, il cambiamento climatico e l’eredità dell’uomo sulla Terra.

Dal 17 al 19 settembre, come sempre negli spazi del Complesso Monumentale delle Murate, per la prima volta con gli stand all’aperto, Firenze RiVista riempirà le due piazze, piazza delle Murate e piazza della Madonna della Neve, con stand di riviste e case editrici: una vera e propria piccola fiera delle pubblicazioni indipendenti, che dai sei anni porta avanti l’obbiettivo di far conoscere al pubblico il lavoro culturale che tende a rimanere sommerso, affogato dalla grande distribuzione di massa.
Gli incontri del festival, promossi dalle case editrici e dalle riviste partecipanti, con l’obbiettivo di creare feconde collaborazioni, saranno oltre 50 in tre giorni.

Ilide Carmignani, una delle più famose traduttrici italiane, racconterà il suo rapporto con Luis Sepúlveda anche attraverso il suo libro Storia di Luis Sepúlveda e del suo gatto Zorba (Salani); la scrittrice Veronica Galletta, vincitrice del Premio Campiello Opera Prima con Le isole di Norman presenterà il suo nuovo romanzo, Nina sull’argine, in uscita per minimum fax. Veronica Galletta parteciperà anche a un incontro su memoria e reportage assieme a Valentina Maini: le autrici ripercorreranno la ricostruzione di un momento storico tra memoria e reportage anche attraverso l’antologia narrativa Circospetti ci muoviamo. Geno-va 2001, avere vent’anni (effequ) cui entrambe hanno partecipato. Il Presidente del Premio Nazionale Italo Calvino, Mario Marchetti, storico collaboratore di Firenze RiVista, condurrà un incontro dedicato al premio che verterà sulla nascita letteraria e la costruzione artistica degli esordienti. Vanni Santoni, scrittore e collaboratore della rivista L’Indiscreto, parteciperà a un incontro sulla concezione della morte. Tra gli altri ospiti presenti: la sociolinguista Vera Gheno e l’economista e scrittrice Marta Fana.
Chi si muoverà – nel rispetto delle norme Covid – tra gli stand allestiti a Firenze RiVista potrà così imparare a conoscere meglio la già nota minimum fax, storica casa editrice indipendente romana, ma anche apprezzare il lavoro della neonata Moscabianca, o ancora scoprire la fantascienza di Zona 42, per citare due delle case editrici che hanno scelto quest’anno di partecipare al festival per la prima volta. E le riviste? Sono moltissime quest’anno le partecipanti, tra prime volte e attesi rinnovi: dalle fiorentinissime «In fuga dalla bocciofila», blog di cinema e
narrazioni, e «L’Eco del Nulla», organizzatrice della manifestazione insieme alla casa editrice effequ, alla rivista milanese «Tropismi», dalla triestina «Charta Sporca» alla torinese «menelique», fino alla romana «Panteon Magazine», passando dalle pubblicazioni di «CTRL».
Firenze RiVista rinnoverà anche quest’anno la collaborazione con il Premio Italo Calvino, il Festival del Giornalismo Culturale, l’Accademia della Crusca, l’Università degli Studi di Firenze, MAD – Murate Art District, che porteranno ospiti e discussioni.


Programma al MAD

Venerdì 17 settembre

Ore 15.00

Quanto presenta
#Trasformazioni: Tra tecnologia e umanità
La comunicazione e l’empatia nell’epoca del postumano
con Giovanni Cavalleri e Zeno Toppan, Quanto
Raffaele Alberto Ventura, filosofo e autore di Radical choc

Ore 16.00

In collaborazione con l’Università degli Studi di Firenze
Memorie e identità in movimento
L’eredità delle ex colonie italiane tra musei, diaspore e cittadinanza
con Emanuela Rossi, docente di antropologia dell’Università degli Studi di Firenze
Vittorio Longhi, giornalista e autore di Il colore del nome
Beatrice Falcucci, dottoressa di ricerca dell’Università degli Studi di Firenze

Ore 17.00

APRI presenta
Lettere e Letterature
La dimensione fisica del rapporto epistolare tra arte e scrittura
con Lorenzo Ghetti e Marzia Grillo, curatore e editor
Laura Fidaleo e Zeno Toppan, autorə di APRI
Arzachena Leporatti, scrittrice e poetessa
Alessia Castellano e Margherita Nuti, Missive selvatiche

Ore 18.00

A cura di Medici Senza Frontiere
Donne in guerra
La sanità nelle aree belliche tra formazione, nascita e interruzione di gravidanza
con Silvia Torelli, ostetrica per Medici Senza Frontiere in Siria, Iraq e Libano
Valentina Pagliai, RFK Human Rights Center

Ore 19.00

minimum fax presenta
Mondo centrifugo
La narrazione della periferia come costruzione di immaginari
con Veronica Galletta, autrice di Nina sull’argine
Graziano Gala, autore di Sangue di Giuda
Modestina Cedola, ItaliansBookItBetter e responsabile comunicazione web di minimum fax

 

Sabato 18 settembre

Ore 11.30

A cura di Firenze RiVista
Dire la disabilità
Dall’Abilismo alla Visibilità
con Vera Gheno, sociolinguista, divulgatrice e autrice di Potere alle parole
Iacopo Melio, attivista e comunicatore digitale

Ore 15.00

Anteferma e OFFICINA* presentano
Rigenerare le città
Le trasformazioni urbane per una nuova frontiera della sostenibilità
con Giovanni Graziani, Ecolò
Giacomo Zaganelli, autore de La mappa dell’abbandono
Rosaria Revellini, ricercatrice dell’Università Iuav di Venezia
Antonio Bagni, ND Studio
Riccardo Luciani, MIM Made in Manifattura / Lama
Margherita Ferrari, OFFICINA* Rivista

Ore 16.00

Una parola al giorno presenta
Dante libera tutti
A che cosa servono e non servono Dante e la sua lingua dopo 700 anni
con Giorgio Moretti, direttore di Una parola al giorno

Ore 17.00

MAD – Sala Ketty La Rocca
CTRL e effequ presentano

Prima persona plurale
La memoria collettiva tra fiction e reportage

con Valentina Maini, contributor di CTRL e scrittrice (Circospetti ci muoviamo, La mischia)
Veronica Galletta, contributor di CTRL e scrittrice (Circospetti ci muoviamo, Le isole di Norman)
Ndack Mbaye, contributor di CTRL e scrittrice (Circospetti ci muoviamoFuture)
Nicola Feninno, direttore di CTRL magazine

Ore 18.00

A cura di Firenze RiVista
MANGIA CONSUMA LAVORA
Le prospettive dopo l’anno che ha demolito la vita culturale del paese
con Claudio Ascoli, direttore di Chille de la balanza
Federico Babini, esercente del cinema Spazio Alfieri
Samanta K. Milton Knowles, traduttrice editoriale e socia del sindacato Strade
Andrea Caciagli, direttore de L’Eco del Nulla

Ore 19.00

In collaborazione con l’Università degli Studi di Firenze
Nati per soffrire
Lavoro e sfruttamento attraverso la pandemia
con Monica Pacini, docente di storia contemporanea dell’Università degli Studi di Firenze
Marta Fana, ricercatrice per l’Employment and Skills team del Joint Research Centre della Commissione Europea e autrice di Non è lavoro, è sfruttamento
Dario Raspanti, ricercatore in sociologia del lavoro dell’Università degli Studi di Firenze

 

Domenica 19 settembre

Ore 11.00

Frisson e effequ presentano
NON SI PUÒ PIÙ DIRE NIENTE
Linguaggio e censura all’inizio del millennio
con Francesca Ceccarelli, editrice
Angela Gennaro, direttrice di Frisson
Francesco Mazzenga, design consultant e docente
Silvia Costantino e Francesco Quatraro, direzione editoriale effequ
Vera Gheno, sociolinguista e divulgatrice scientifica

Ore 12.30

pièdimosca edizioni presenta
Il mondo è una storia raccontata

La forza generatrice del linguaggio nelle pagine di Deriva
con Carlo Sperduti, autore di Deriva
Vera Gheno, sociolinguista, divulgatrice e autrice di Femminili singolari
Elena Zuccaccia, pièdimosca edizioni

Ore 14.00

Spider & Fish presenta
Per le vie di Bucarest 
Filosofia, paradosso e stupidità nella Romania letteraria di Călinescu
con Bruno Mazzoni, traduttore di Mircea Cărtărescu e curatore di Vita e opinioni di Zacharias Lichter

Ore 15.00

Dal baule al mondo
Il passaggio dal mercatino al blog al libro di un Novecento per immagini e parole
con Ivana Marrone, curatrice di Riscatti. Archivio romantico delle foto perdute
Valerio Millefoglie, giornalista
Agnese Porto, RVM Hub
Anna Frabotta, Frab’s Magazine

Ore 16.00

WoM Edizioni presenta
Queer. Amare secondo natura
L’armonia naturale e l’apertura verso l’alterità in Confessioni di un omosessuale a Émile Zola
con Matteo Pinna, direttore editoriale di WoM Edizioni
Maya De Leo, docente di Storia dell’omosessualità a Torino e autrice di Queer. Storia culturale della comunità LGBT+

Ore 17.00

Limina presenta
Banda larga
L’espansione dell’approfondimento al mondo virtuale
con Natalia La Terza, Decamerette
Cecilia Scarfò e Andrea Irace, TheBorgsPodcast
Marta Ciccolari Micaldi, McMusa
Martina Madia e Eleonora Reggiori, Limina

Ore 18.00

TELLŪS | Quaderni di Letteratura, Ecologia, Paesaggio presenta
Poesia e natura
Il linguaggio poetico come mediazione e tramite per un dialogo universale
con Francesca Matteoni, poeta (Ciò che il mondo separa) e collaboratrice all’ultimo numero di TELLŪS | Speciale Ecopoesia
Francesco D’Isa, direttore de L’indiscreto